ATLETICA – una bella gara nella Vallelaghi Trentina

Le premesse non erano certo delle migliori. Già dai giorni precedenti il meteo risultava impietoso e il nostro collega Ugo lo aveva ben evidenziato nella chat di gruppo appositamente creata per l’evento:

Senza farci troppo impensierire sabato 13 aprile ci ritroviamo in via Calvi dove un nuovissimo pullman  Vedocar è pronto a portare 14 atleti e 4 accompagnatori alla volta di Vezzano-Vallelaghi, vicino a Trento, sul lago di Santa Massenza , dove l’indomani la squadra CRAL Atletica BPB avrebbe partecipato alla 4′ edizione della DiVinNosiola eco running.  Il cielo plumbeo carico di pioggia di sabato ci ha permesso comunque di fare una sosta pranzo ‘asciutta’ sul lungolago di Bardolino per arrivare nel pomeriggio al confortevole Hotel Lilla poco distante da Vezzano dove abbiamo preso possesso delle camere.

Il successivo ritiro pettorali ci ha mostrato le prime ‘falle’ di un’organizzazione forse ancora un po’ acerba per manifestazioni da grandi numeri, nonostante non  ci fossero molte persone non erano molto fluidi nelle consegne, ma forse siamo noi abituati troppo bene.

Per la cena presso ristorante Lilla il gruppo non ha optato per il classico “menu dell’atleta” ma ci siamo lasciati convincere dalle proposte trentine e non del ristoratore Aldo che è stato anche molto generoso con le porzioni.

Le cose sono poi peggiorate la mattina stessa della gara,  quando sotto una pioggerella invernale (mentre le immagini che arrivavano dalle valli bergamasche ci segnalavano paesaggi innevati che neanche a gennaio…) passiamo davanti al ritiro pettorali (per fortuna già espletato) che ha già una coda kilometrica di prima mattina e ci rechiamo alla  partenza che si trova al “teatro”, una struttura molto bella ma purtroppo inagibile da quando è stata costruita (anche le regioni a Statuto Speciale non sono così infallibili allora….) e  distante circa 500 metri.  Qui cerchiamo un posto riparato per cambiarci ed il deposito borse che l’organizzazione ci aveva assicurato ma non lo troviamo. Chiediamo a un po’ di persone e nessuno sa dove sia. Finche un ragazzo impegnato a portare avanti e indietro delle scatole ci dice “Non credo sia previsto un deposito borse, ma andate a chiedere all’ufficio del ritiro pettorali”. Torniamo al ritiro pettorali e troviamo una signora gentile che si mette al telefono e poi ci dice “Tornate al ritrovo e chiedete di Michel che vi dirà dove è il deposito borse”. Quindi ripercorriamo i 500 metri (ormai il riscaldamento è fatto!) per tornare al teatro e che sorpresa: Michel è proprio colui che poco prima ci aveva detto che il deposito borse non era previsto….. ! A questo punto lo sconforto si è fatto strada in noi! Ma ecco che Michel  con sorpresa allestisce un improvvisato deposito borse sotto la tettoia dell’inagibile teatro e quindi finalmente possiamo cambiarci.

Tutto poi ha una definitiva e piacevole svolta quando alla partenza la pioggia cessa di cadere e resta solo il tempo di buttarsi a capofitto, dopo un breve giro nel paese per diradare il gruppo, tra i sentieri della Vallelaghi. La prima parte del percorso è quasi tutta un saliscendi tra i sentieri bagnati, ma non troppo ‘impalciati’ per fortuna. Il percorso  ha praticamente le caratteristiche di un Trial e si rivela perciò molto impegnativo. Ovviamente non mancano i passaggi lungo i vigneti del tipico vitigno della zona , il Nosiola che da anche il nome alla gara, e molto suggestivi sono i ristori all’interno delle cantine che producono questo vino, tra botti, bottiglie e pavimenti scivolosi per cui si deve prestare attenzione.  La seconda parte si snoda più intorno al lago ed è paesaggisticamente fantastica, con un po’ di sole probabilmente sarebbe stato un paesaggio da sogno, ma ci accontentiamo anche così. E soprattutto non dormiamo sugli allori perché il percorso ci riserva un gran finale con l’ultimo kilometro in salita prima di arrivare al Gonfiabile dell’arrivo.

 

10 gli atleti CRAL BPB all’arrivo della mezza maratona, che in realtà presentava un percorso di circa 22,5km, e 2 le coppie che hanno partecipato alla staffetta che divideva il percorso in due frazioni.

Il pasta party allestito nel tendone nei pressi della partenza è stata poi l’occasione per ‘serrare’ il gruppo introno ad un piatto di pasta condito con i racconti della gara.

Nessun premiato tra i nostri atleti ma risultati comunque più che discreti anche se il premio più bello per uno sparuto gruppetto di nostri colleghi è stato quello di strappare una foto di gruppo con la Miss DiVinNosiola

La foto con la Miss DiVinNosiola

 

Nel particolare si vede la felicità dell’atleta!

 

Un ringraziamento particolare al nostro Max Arsuffi per la consueta ottima organizzazione dell’evento

Alla prossima gara del Cral Atletica BPB.