Campionato Bancari MBK 2018

Domenica 7 Ottobre h 9:30 del mattino mi trovo con altri numerosi biker a Santa Naga di Fecchio in un prato dello splendido parco regionale delle Groane – Brughiera, dove di lì a poco verrà data la partenza della gara valevole per l’assegnazione del 23° titolo di Campione Italiano MTB 2018 Bancari ed Assicurativi.

La mia mente è ancorata alla giornata precedente: il meteo dava pioggia per tutto il giorno ed io avevo l’incubo di un percorso bagnato e fangoso, proprio le condizioni di gara che più mi danno fastidio quando corro in mtb. Non sono un biker molto tecnico, ma uno stradista che ogni tanto si presta alla MTB.

Per fortuna è piovuto davvero poco ed ho potuto provare il tracciato prima della partenza, con tanto di errore di percorso  (con un amico abbiamo sbagliato ad un bivio e ci siamo trovati nel nulla !). Fortunatamente ci sono solo alcuni tratti umidi e nessun punto scivoloso o pericoloso, nessun ostacolo particolarmente tecnico da superare,  perciò parto fiducioso!

Non sono solo a difendere i colori del CRAL perché con me ci sono anche Sandro (grande biker e vecio temibile) ed altri 2 colleghi (Colombo e Spretini)

Si parte a categorie, con due minuti di distanza l’una dall’altra per evitare il prevedibile ingorgo iniziale. Il percorso parte subito in salita, l’ideale per scremare il gruppo. Il tracciato è di circa di 10 km con 200 m. di dislivello,  da ripetere 3 volte.

Il ritmo di gara è subito sostenuto, come al solito tengo bene il ritmo sui tratti piani e sugli strappi in salita, ma appena la discesa si fa tecnica perdo terreno, così dopo il primo giro mi ritrovo già da solo senza punti di riferimento. Fortunatamente altri biker mi raggiungono e mi accodo cercando di sfruttare il treno, mi impegno allo spasimo, ma è impressionante come alcuni di questi biker affrontino le discese.

Il percorso non presenta salite lunghe ma è un continuo saliscendi spacca gambe, con passaggi su sentieri prima stretti poi larghi con pietraie, prati e radici, insomma c’è tutto quello un biker desidera trovare (a parte il fango oggi per mia fortuna).

Senza rendermene conto arrivo alla fine del 2° giro e comincio a sentire la stanchezza nelle gambe, ma ormai siamo all’ultimo rush e quindi tengo duro, aiutato anche dalla gente che ti incita a bordo pista indipendentemente dal colore della tua maglia.

Trovo le forze per un forcing prolungato e prima di arrivare al traguardo supero 3 o 4 concorrenti.

E’ finita, all’arrivo trovo anche il collega Colombo e apprendo che Spertini ha dovuto ritirarsi causa una foratura e poco dopo ecco arrivare Sandro a tutta velocità.

Poco a poco riprendo le forze e la lucidità, le prime impressioni a caldo sono positive. Ci ritroviamo per i commenti sulla corsa e  poi di corsa sotto la doccia ed al ristoro. L’attesa per la classifica è un pò lunga ma alla fine ne è valsa la pena.

Sandro non si è smentito e dopo aver già vinto quest’anno altre maglie a livello nazionale e regionale in MTB e si è classificato 4° assoluto, ha vinto la gara della sua categoria.

Con mia grande sorpresa mi sono classificato 7° assoluto e grazie anche ad una concorrenza non troppo agguerrita nella mia fascia di età mi classifico 1° di categoria. Dietro di me Colombo è 10° assoluto e 2° di categoria. Insomma, pochi …… ma buoni e nella classifica per istituti risultiamo 2°: è un successo.

Si torna a casa soddisfatti e premiati, dopo una giornata riscaldata dal sole ed illuminata da un grande risultato complessivo in cui tutti i partecipanti si sono divertiti e nessuno ha avuto incidenti. Al prossimo anno e grazie a tutti.

Andrea Cattaneo