ATLETICA : campionati italiani di mezza maratona/10 km Darfo Boario Terme

Ciao a tutti.

prima di tutto una breve presentazione personale: mi chiamo ugo (borgheresi) e da aprile anche io faccio parte della la Polisportiva CRAL BPB, la squadra di atletica di UBI Banca.

amo lo sport, parte integrante della mia vita e da un paio di anni ho ripreso a correre, dopo un passato da mezzofondista abbandonato in età juniores …; ma si sa, per certe cose corpo e mente hanno memoria lunga …

sono di Arezzo, proveniente da una delle good bank acquisite di recente nel Gruppo (facile capire quale..) e da dicembre lavoro a Bergamo. Il cambiamento è stato notevole sotto tutti i punti di vista, e sto provando a “normalizzare” (sia sul piano personale che professionale) questa nuova fase della mia vita.

in questo senso, quale migliore occasione di entrare a far parte della squadra di atletica e vestire i colori di UBI Banca???

devo ammettere che ho avuto la fortuna di trovare in ufficio uno sponsor di eccezione: il collega Alessandro Colletta, plurimaratoneta e veterano della squadra, noto anche come il “Ras di Orio”.

Detto e fatto, eccomi oggi a commentare la prima uscita con la Squadra: i campionati interbancari di Mezza Maratona a Breno.

Ad essere sincero, una prima apparizione in squadra l’avevo già fatta a Milano Marittima in staffetta proprio con Alessandro, (qualche settimana fa ai giochi sportivi UBI); ma su questa performance preferisco glissare, visto che sono riuscito a sbagliare il percorso al 2° giro !!!!

Meglio quindi concentrarmi sull’esordio in questa prima gara ufficiale Fidal.

La sveglia stamani è alle 5.45, per essere puntuale alle 6.30 nel piazzale della Malpensata.

A quell’ora l’aria è frizzante e appena arrivato, dopo le presentazioni di rito a tutti i Colleghi, mi viene fatto notare scherzosamente che “in mezze maniche a quest’ora è sicuramente un pò azzardato”, (non solo a me, anche Giovanni Grazioli ne sa qualcosa!!!) .. ma entrambi, per non dare soddisfazione, facciamo finta che ci faccia caldo. E già da questi primi scambi, si percepisce chiaramente una prima caratteristica del Gruppo: la capacità e la voglia di prendersi in giro.

Saliamo in pulmann; fuori ancora è buio e pian piano, inframezzato da qualche sbadiglio, comincio a conoscere i colleghi seduti intorno ed a scambiare qualche parola. L’ambiente è “leggero” e si respira un clima di simpatia.

Facciamo tappa a Darfo Boario. Salutiamo le Colleghe ed i Colleghi impegnati a fare “la 10 km” e nel frattempo ne recuperiamo altri, impegnati nella mezza maratona.

Osservo tra me e me che siamo davvero tanti: complessivamente, tra “10 km” e “Mezza”, sento parlare di 35 atleti, di cui 5 Donne: davvero un bel Gruppo.

Arrivati a Breno andiamo a ritirare i pettorali e comincia il rituale della vestizione. Il clima del team è ancora goliardico: si parla, si scherza; la ricerca di “un bar un pò fuori mano, così da prendere un buon caffè e trovare una toilette poco affollata” … e poi ci avviciniamo nei pressi della partenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Max Arsuffi nei preparativi della vestizione                                     Atleti in trance agonistico pre della gara

 

Man mano le parole si fanno meno frequenti e ciascuno di noi, a modo suo, inizia a concentrarsi sulla corsa. nel frattempo il sole è già alto e si fa sentire: il caldo di questa giornata sarà infatti per alcuni di noi un motivo di sofferenza in più ..

alle 9.15 puntuali il colpo di sparo: partiamo. Dopo la performance di Milano Marittima, la “mia” prima regola oggi è vietato sbagliare percorso: errare humanun est … ma perseverare no !!!!

I primi km sono in discesa. Mi districo in modo ordinato tra la calca dei partenti senza “imballare” troppo le gambe. Man mano che il gruppo si sgrana mi stabilizzo intorno a 4:35 – 4:40 al km, ritmo che non riuscirò a tenere fino in fondo. La giornata è molto bella. Cerco di distrarmi ammirando il percorso, immerso nel verde e molto suggestivo, ma intorno al 14° km inizia la crisi: comincio a sentire il caldo e la fatica e sarà dura arrivare al traguardo. Ma il bello della corsa – lo sanno bene i runners – è anche la sofferenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stringo i denti: mi aiuto con gli integratori, mi idrato ad ogni ristoro, ma non si molla fino alla fine. Negli ultimi km non riesco più a stare neanche sotto i 5:00 a km e mi vedo superare da fiumi di corridori: chiudo in un onesto 1:42:04 ma sono contento.

non fatevi ingannare dall’accenno di sorriso. qui stavo già malissimo

 

Miglior esordio comunque non ci poteva essere. Il Gruppo UBI esce dalla giornata con risultati di grande soddisfazione sia in quantità che in qualità: primi classificati come numero di partecipanti di Squadra e numerose individualità eccellenti. Su tutte spiccano anche i seguenti piazzamenti:

10 Km femminile : Milena Pirola e Eleonora Scandella quarta e quinta assulute e prime nelle rispettive categorie.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mezza maratona Femminile: Claudia Ghilardi con il tempo di 1h28’25” è prima assoluta, campionessa italiana di mezza maratona. Ottimi i piazzamenti anche di Paola Rinaldi, quarta assoluta e prima di categoria FM, Quadri veronica seconda di categoria SF e Cortesi Michela terza nella medesima categoria.

10 Km Maschile: Giambattista Crippa quinto assoluto e primo di categoria SM50, Locatelli Matteo terzo di categoria SM

Mezza Maratona Maschile: Fabio Polloni terzo assoluto con il tempo di 1h17’23”, Marco Albini quarto assoluto e primo di categoria SM, Fabrizio Cannizzaro settimo assoluto e primo di categoria SM40

 

 

La giornata prosegue poi in relax: il gusto della birra ghiacciata, il pranzo in compagnia sotto il tendone, le premiazioni e qualche momento di meritato riposo (qui sotto con Ermanno Gotti già in piena fase digestiva)

 

Durante il viaggio di ritorno, scopro infine che nel Gruppo vive anche un po’ di (sano) “nonnismo”. E visto che io non ho ricevuto nessun premio individuale in gara, su proposta di Max Arsuffi vinco per acclamazione del Gruppo il compito di scrivere il resoconto della spedizione. “Spintaneamente”, non posso che accettare con piacere.

Siamo ormai in chiusura. A questo punto la domanda nasce spontanea: cosa mi resta di questa giornata?

Innanzitutto lo spirito di accoglienza di tutti i Colleghi, che ringrazio di cuore, a partire dal main sponsor Alessandro Colletta; poi la sensazione di un Gruppo “tosto”, di persone serie, che condivide in modo rigoroso la passione per la corsa, con quella giusta dose di ironia che rende piacevole lo stare insieme.

E ancora, un forte senso di appartenenza: l’integrazione e l’identità di un’Azienda passa anche attraverso il condividere l’amore per lo sport.

E infine, un particolare complimento alle nostre Colleghe: oltre che atlete molto forti, non ho potuto fare a meno di osservare che erano sicuramente anche le più carine di questi campionati interbancari !!!

che altro dire: GRAZIE. un abbraccio a tutti e arrivederci alla prossima avventura ..

ugo borgheresi