Torre Guaceto … e il corso di vela

Cos’è Torre Guaceto?

Tanto per cominciare, Torre Guaceto è una località che si trova in Puglia, 15 Km a sud di Ostuni  e situata nell’omonimo parco marino considerato area protetta dal WWF. In quel contesto, completamente isolata, immersa nella vegetazione, delimitata da una serie di scogli foranei e che si affaccia sul mare, si trova la base nautica di nome Centro Velico Torre Guaceto. La base si sviluppa attorno ad un edificio centrale destinato alle attività comuni : cucine, sale da pranzo, aule per lezioni teoriche, tendoni, servizi,  terrazzi sul mare. Ci sono anche : officina, veleria, rimessaggi, parcheggi, spiaggia e tanto altro. Si dorme in tende da campo già attrezzate con letti a castello. Sono altresì disponibili ampi spazi ombreggiati dove è possibile sistemare tende personali. Come ogni anno, il CRAL BPB Sezione Vela propone il corso base (DEV1), il corso per perfezionare le tecniche di navigazione sui laser2000 (DEV2), e infine il DEV3skiff sui laser3000, RS500 e laser4000. Tutto ciò è riportato sulla circolare che anno dopo anno viene emessa dai responsabili del Cral.

Ma, per chi c’è stato

La settimana a Torre va oltre un corso di vela.

E’ una settimana lontano dai rumori della civiltà ai quali, tanti di noi, sono ahimè assuefatti.

Senza televisione, senza radio, senza macchine, senza giornali, coi cellulari che vanno a carbone, dove la sera ti vesti diversamente solo perché fa un pò freschino. Dove cucinare e lavare i piatti per cinquanta persone è occasione di socializzazione e di serenità, addirittura felicità; solo sul tardi ti accorgi di essere più stanco del solito.

Si è immersi in un ‘vecchio mondo’ che magicamente diventa ‘nuovo mondo’. E’ un luogo dove, se lo desideri, ti puoi allontanare da tutto.

E’ uno spazio in cui, il mare diventa complice dell’irrequietezza che ci portiamo dentro, dove la barca non è solo una chiglia, con uno scafo o delle vele. Sì, la barca è fatta così, ma ciò che una barca è… ciò che è in realtà… è tanto altro, libertà compresa.

E’ “una bolla” dove ti trovi in pace con te stesso e con gli altri. Bastano cinque minuti e sembra di esserci da sempre. Serve poco tempo per abbandonare i vecchi ritmi e sintonizzarsi su queste nuove frequenze. Senza accorgerti, diventi parte di questo nuovo piccolo ma grande mondo. Riesci persino a prendere la vita con leggerezza, a cogliere l’essenziale che è invisibile agli occhi.

Avvolti in questa oasi marina, nei profumi della natura dove gli occhi si riempiono del meraviglioso mare e le orecchie del rumore del vento, nasce la magia unica di Torre che riempie il cuore di chi è pronto a ricevere questo dono.

E poi ci sono “quelli di Torre”. Non importa da dove tu provenga, non importa quanti anni hai, ciò che importa è saper lasciare tutto alle spalle tra uscite in barca, lezioni di vela, aperitivi, cene e divertimento. Una piccola tribù che ogni anno accoglie nuovi arrivi e che si muove all’unisono con il suo Capitano.

Ma la vela ?

La vela è un mondo speciale, difficile e tutto da scoprire. Al momento ho capito solo che portare e non farsi portare da una barca è difficile ma si può fare. Portarla bene servono anni e tante miglia. Andare oltre servono tanto amore e passione, come per tutti gli altri sport.  Un’altra cosa credo di aver capito : se ti prende non ti mollerà più.

Quelli che a Torre ci torneranno ancora ed ancora.