Teresina – Brasile 2017

La Fazenda da Paz è una comunità per il recupero dei tossicodipendenti da sostanze chimiche, droghe ed alcol, fortemente voluta e poi,  con grossi sforzi successivi,  realizzata da padre Pedro nel 1985. Essa è collocata in una zona interna della provincia di Timon in mezzo alla foresta, dove è difficile e decisamente  problematico arrivare , se non con un auto fuoristrada.

La durata della terapia è generalmente di circa un anno e la struttura può accogliere fino a 80 uomini. Il Responsabile si chiama Celio, ed è stato, oltre che dipendete dalla droga, un grosso trafficante e, a causa di ciò, prima perseguito dalla legge e poi condannato al carcere, pertanto conosce bene “il territorio” in cui opera.  Tale scelta, di primo acchito coraggiosa e forse anche temeraria,  è stata fortemente voluta da padre Pedro e si è rivelata quanto mai adeguata.

Gli ospiti , dopo l’anno di riabilitazione, lasciano la struttura e vengono salutati  dalla comunità nel corso di una cerimonia che termina con parole di ringraziamento da parte di tutti.

Gli edifici però , dopo vent’anni, hanno avuto bisogno di lavori di manutenzione; il contributo del CRAL  BPB è servito proprio a questo fine; difatti sono stati rifatti, anzi fatti, sia il pavimento della Chiesa , che era ancora in terra battuta,  sia quelli dei locali comuni (cucina, etc..).

All’inaugurazione , alla fine dei lavori, erano presenti i soci Oreste Fratus, Roberto Benedetti e Sergio Beretta.

dsc_3430 dsc_3427 dsc_3426 dsc_3421 dsc_3420 57 55 53 51 50 dsc_3960 dsc_3932 dsc_3926 dsc_3683 dsc_3682 dsc_3678 dsc_3677 dsc_3675 dsc_3671 dsc_3666 dsc_3659 dsc_3653 dsc_3650 dsc_3649 dsc_3648 dsc_3647 dsc_3646 dsc_3645 dsc_3644 dsc_3642 dsc_3639 dsc_3638 dsc_3632 dsc_3624 dsc_3622 dsc_3546 dsc_3541 dsc_3492 dsc_3482 dsc_3473 dsc_3471 dsc_3460 dsc_3452 dsc_3446 dsc_3445 dsc_3437 dsc_3435 dsc_3434 dsc_3433